AUGURI, SE NON CI VEDIAMO

Si sente spesso questa frase all’avvicinarsi, del natale, del capodanno o della pasqua.
Provo o dare delle spiegazioni:
1) Spiegazione naturale in base alla grammatica della lingua italiana: E’ un periodo ipotetico, quindi si fanno gli auguri condizionati. Vorrebbe dire “se non ci vediamo, ti faccio gli auguri”… Quindi non te li sto facendo se ci vediamo… Ne consegue che se queste parole vengono pronunciate mentre sia chi parla che chi ascolta stanno ad occhi chiusi o guardano da un’altra parte, allora chi parla sta inviando auguri a chi ascolta. Ma se i due si stanno guardano in viso, allora niente auguri!
2) Un’altra ipotesi è che chi parla sconosce la grammatica italiana e in particolare non conosce il tempo futuro ed usa quindi il presente al posto del futuro. Se è questa l’interpretazione, allora il suddetto periodo ipotetico andrebbe modificato nel modo seguente “Auguri, se non ci vedremo”. Ma a questo punto, la cosa diventerebbe preoccupante… Vuol dire che chi parla sta dicendo che, se per caso dovesse in futuro vedersi col suo interlocutore, allora nel presente non gli sta facendo auguri. Quindi implicitamente sta dicendo che sarebbe meglio se non si vedessero mai più perché solo così il suo interlocutore potrebbe beneficiare degli auguri.
3) Qualcuno mi ha fatto osservare che sono troppo rigido nelle mie considerazioni e che probabilmente chi pronuncia quel periodo ipotetico vorrebbe solo dire “auguri, se non ci vedremo prima della festa”. Ma allora in questo caso la frase suonerebbe come dire “levati dai coglioni e non farti vedere da ora fino alla festa, altrimenti niente auguri!” A me non sembra per niente gentile…
4) Gli auguri sono deperibili e devono quindi essere consegnati poco prima del momento della loro fruizione.. ad esempio se sono auguri di Natale, l’ideale sarebbe darli alle 23:59:59 del 24 Dicembre… In questo caso hanno il massimo della loro efficacia. Quelli dati qualche giorno prima, non arrivano intatti alla data fatidica, ma sono in qualche modo un po’ “scaduti”. Quindi si vorrebbe dire “Purtroppo non so se ci potremmo incontrare poco prima della festa per farti gli auguri… lo so… sarebbe l’ideale se ciò accadesse ma, in ogni caso prenditi questi. Ma se ci dovessimo incontrare al momento giusto, questi li annulliamo che già cominciano a puzzare e te li faccio freschi.
5) La mia interpretazione personale: Gli auguri fatti per le feste sono una emerita ipocrisia e la gente ripete le frasi di rito senza sapere nemmeno cosa vuole dire. Qualcuno dovrebbe allora spiegarmi cosa cazzo gliene frega ad esempio al gestore di generi alimentari che io passi o no un buon natale? A lui interessa solo che ho fatto la spesa… Però, per non passare per maleducato mi ha detto “Auguri, se non ci vediamo”

Annunci

Informazioni su pucciop50

Il contenuto del mio blog mi definisce meglio di come possa definiermi io stesso
Questa voce è stata pubblicata in satira. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...